lunedì 1 settembre 2014 Registrazione
FIFTH WORLD SKEPTICS CONGRESS
In Italia i più grandi investigatori di misteri per un fine settimana straordinario
8-10 Ottobre 2004 - Abano Terme (PD)

Si è conclusa felicemente ad Abano Terme (8-10 ottobre) la quinta edizione del World Skeptics Congress, il raduno internazionale delle organizzazioni che, come il CICAP, si battono per favorire la diffusione della scienza e contrastare la superstizione e le pratiche pseudoscientifiche.

All'importante convegno l'Egittologia era protagonista di due Poster (realizzati da Marcello Garbagnati - Egittologia.net) i cui abstract sono qui proposti.

Tra i relatori del convegno vi erano alcuni esperti di misteri della storia: Kenneth Feder (autore di Frauds, Myths, and Mysteries: Science and Pseudoscience in Archaeology - che tra breve sarà disponibile anche in italiano), Joe Nickell e di James Randi (entrambi si sono occupati di misteri archeologici e anche alcuni egizi come la maledizione di Tutankhamon).

Ecco una breve panoramica degli interventi di sicuro interesse per chi è appassionato delle tematiche trattate su Egittologia.net .

Massimo Polidoro - autore di "I grandi misteri della Storia" e segretario del CICAP - ha illustrato, tramite il suo ultimo lavoro "Grandi gialli della Storia", come sia possibile analizzare con metodo scientifico fatti e prove che appartengono al passato. James Randi, uno dei più grandi esperti di misteri, nel suo intervento ha illustrato come spesso gli scienziati commettono errori di valutazioni su determinate tematiche a causa della loro inesperienza in ambiti diversi da quelli di loro competenza.
In palio 1 milione di dollari a chi riesca a dimostrare di avere poteri paranormali.
Piero Angela. Serata di scienza e cultura con Piero Angela e Galileo Galilei per ricordare quanto sia importante l'utilizzo del metodo scientifico in tutta la ricerca. Come una puntata di SuperQuark vari ospiti e filmati hanno contribuito al successo della serata.
Kenneth Feder - Prof. di Antropologia, Central Connecticut State University, USA - ha illustrato come i documentari, spesso proposti come scientifici, finiscono per diventare opere di fantasia costruite per avere un buon successo di pubblico. Joe Nickell, esperto di indagini su misteri o presunti tali, nel suo intervento ha illustrato i metodi di indagine sui casi freddi. Metodi applicabili per esempio allo studio di repereti "misteriosi" come la sindone. Mariano Tomatis, scrittore e ricercatore, ha analizzato come il romanzo "Il codice Da Vinci" sia stato "trasformato" da opera di fantasia a ricerca plausibile attraverso un'abile azione di marketing letterario e tanta ignoranza da parte di molti divulgatori e studiosi improvvisati. Il discorso si ricollega ai falsi misteri di Rennes-Le-Chateau
E inoltre:

Luigi Garlaschelli - ha illustrato gli ultimi sviluppi della ricerca che sta conducendo sulla "Spada nella roccia" di San Galgano

Lorenzo Montali - leggende metropolitane: una panoramica su miti, leggende e dicerie a cui molti credono e che nascono dalla fantasia umana senza nessun reale riscontro. (Credo che nel mondo dell'archeologia di confine circolino molte di queste leggende)

I POSTER "EGITTOLOGICI" a cura di Egittologia.net:
 

Il mistero delle Piramidi di Giza?
Combustibile per la mente e democratizzazione dell’Aldilà…

Categoria: Fantaarcheologia
Autori: Marco E. Chioffi, Marcello Garbagnati

Sulle piramidi di Giza si sente e si legge di tutto. L’egittologia ufficiale ha una posizione ben precisa, ma i fatti su cui si basa sono troppo spesso ignorati dai profani, che finiscono per entusiasmarsi ed accettare passivamente fantasie proposte da scrittori e divulgatori in cerca di fama e successo.
Nel poster verrà illustrata e motivata la posizione dell’archeologia ufficiale.
Ne è emerso che le piramidi celano veramente dei misteri, che purtroppo non sono quelli pubblicizzati da media e autori senza scrupoli.
I motivi per cui l’egittologia classica attribuisce le piramidi alla IV dinastia sono molteplici e spaziano dallo studio oggettivo dei reperti allo studio sociologico della civiltà egizia.
Vi sono alcuni punti deboli anche nelle teorie classiche, che però non danno adito a far pensare ad avanzate civiltà pre-dinastiche o addirittura a interveti extraterrestri.
Partendo da questi punti d’ombra si sono cercate delle risposte plausibili che possano trovare dei riscontri anche nelle teorie degli studiosi contemporanei di Manetone, sacerdote egizio di epoca tolemaica che per primo documentò le dinastie egizie.
C’e sicuramente spazio per numerose ipotesi, ma bisogna ovviamente scartare quelle prive di fondamenti scientifici o che comunque, contrastino con il buon senso.
Gli argomenti di discussione non mancano, ma dalla ricerca è emersa una cosa molto chiara: argomentazioni e risposte vanno cercate in Egitto, su basi concrete.

La ricerca completa è pubblicata su:

ANTICO EGITTO:
Curiosità e Misteri Svelati

Scopri il primo dei quaderni di Egittologia.net !



Clicca per ingrandire


Il poster in esposizione al convegno

I racconti del papiro Westcar: i grandi maghi

Categoria: Illusionismo e giochi di prestigio
Autori: Marco E. Chioffi, Carlo Faggi (Mago Fax), Marcello Garbagnati

L’illusionismo è un’arte senza tempo che l’uomo pratica e ha praticato per le più svariate ragioni. Un’arte affascinante che aguzza l’ingegno di chi la pratica e appassiona chi ne è consciamente o inconsciamente spettatore. Nell’antichità spesso gli illusionisti erano i grandi sacerdoti o maghi, mentre gli spettatori erano i fedeli che inconsciamente assistevano a veri e propri spettacoli pensando di trovarsi davanti ai più incredibili prodigi divini.
Grazie all’ultima fatica di Marco E. Chioffi, grande conoscitore della scrittura geroglifica, abbiamo oggi a disposizione un prezioso strumento per analizzare e studiare le magie dei grandi sacerdoti ritualisti Giagiaemankh e Djedi descritte nel famoso papiro Westcar.
Molti illustri studiosi della storia dell’Arte Magica ci parlano di questo papiro, ma la maggior parte di loro, a causa della difficoltà di reperire notizie precise al riguardo, vi dedicano solo poche righe. Qualche cosa di più preciso è possibile reperirlo in “The Illustrated History of Magic” di Milbourne Christopher e in “Conjuring” di James Randi, ma per avere un quadro soddisfacente dell’argomento ci dobbiamo indirizzare al volume “Arte Magica” di Aldo Savoldello (Silvan), che descrive in modo assai preciso e vivace i prodigi di Giagiaemankh e Djedi, ipotizzando anche i trucchi che questi utilizzavano per strabiliare il Faraone ricavandone potere e notorietà. La traduzione che questi studiosi hanno avuto a disposizione non era però precisa e dettagliata come quella realizzata da Marco E. Chioffi.
Questa ricerca nasce da una serie di coincidenze che hanno portato gli autori, Marco E. Chioffi, Carlo Faggi e Marcello Garbagnati a interessarsi all’antico documento per motivi diversi e quindi a lavorare insieme per approfondirne lo studio sotto diversi punti di vista.
Carlo Faggi, illusionista, ha messo a disposizione la sua esperienza professionale per trovare spiegazioni sensate alle cronache di magia narrate nel papiro.
Di fondamentale importanza, per questo lavoro, ma soprattutto per l’opera di traduzione, è stata la ricerca, da parte di Giuliana Rigamonti, delle proposte integrative di tutte le parti dell’antico documento che non ci sono pervenute leggibili e dell’interpretazione dei passi finora oscuri.
L’apporto di professionalità differenti nello studio del documento ha dato alla luce una ricerca originale nell’approccio e nei contenuti che sicuramente non mancherà di catturare l’attenzione di un vasto pubblico non solo composto da egittologi professionisti.


Clicca per ingrandire

 


Due grandi personaggi del mondo dell'illusionismo vicino al poster dedicato al papiro Westcar.
A sinistra Carlo Faggi (Mago Fax), coautore del poster, grande illusionista e studioso di storia della magia. A destra James Randi, uno dei personaggi più geniali del nostro secolo.

 

 Marcello Garbagnati - www.marcellogarbagnati.it
 
AIUTACI ANCHE TU!
Il mantenimento di questo sito è possibile solo grazie al generoso contributo dei visitatori,
se ritieni il nostro lavoro utile e interessante aiutaci con una donazione oppure associati.
Aiutaci anche tu!