giovedì 24 settembre 2020
StandardLiveID
Iscriviti gratis alla Newsletter sull'antico Egitto CLICCA QUI
Raidue: ''Voyager, Ai Confini Della Conoscenza''
Last Post 05 gen 2008 11:35 by antonio_crasto. 19 Replies.
Printer Friendly
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sort:
PrevPrev NextNext
You are not authorized to post a reply.
Author Messages
waenraUser is Offline
Advanced Member
Advanced Member
Posts:616


--
25 dic 2007 11:52

     

    (Adnkronos) - Appuntamento speciale domani alle 21.05 su Raidue in prima serata con Roberto Giacobbo e il suo Voyager: ai confini della conoscenza. Direttamente dalla piana di Giza in Egitto, la Sfinge come studio e le Piramidi come scenografia, Roberto Giacobbo condurra' una serata unica ed eccezionale in un viaggio mai compiuto prima, con novita' mondiali e immagini esclusive, che avra' come protagonista Zahi Hawass, il responsabile delle antichita' egizie.

    La notte dei faraoni - E' possibile che esista un'altra Sfinge, oltre quella che conosciamo, nascosta tra le sabbie del deserto? Quali segreti si celano ancora nelle Piramidi di Cheope, Chefren e Micerino? Cosa c'e' di vero nella teoria che vuole che i monumenti dell'antico egizio siano la riproduzione sulla Terra di una mappa stellare? Esistono realmente le tracce degli antichi giganti citati dalla Bibbia? Direttamente dalla Sfinge e dalle Piramidi, Roberto Giacobbo, condurra' una serata speciale, ricca di esclusive, per viaggiare nelle meraviglie dell'antico Egitto raccontando le ultime novita' sulla vita e la morte del Faraone piu' famoso al mondo: Tutankhamon.

    Per la prima volta le telecamere di una televisione entreranno nella piramide di Userkaf a Saqqara; in esclusiva mondiale saranno mostrate le prime immagini dei sarcofagi dei giganti e si cerchera' una risposta alla presenza di extraterrestri nei piu' antichi geroglifici egiziani. Ospiti sul palco tra le zampe della Sfinge Zahi Hawass, responsabile delle antichita' egizie, Giulio Magli, professore del Politecnico, di Milano e l'archeologa Stella Mazzanti.

    cennisUser is Offline
    Basic Member
    Basic Member
    Posts:116


    --
    25 dic 2007 12:22
    Secondo me caro Waenra sono domande a cui non è possibile dare, per ora, una risposta soddisfacente sia dal punto scientifico che fisico, fisico nel senso di vederle con i nostri occhi e di toccarla con le nostre mani.
    Riguardo alla costruzioni delle piramidi da parte di alieni, è tutta una sciocchezza, ci sono raffigurazioni, vere o no, che rappresentano gli schiavi a fare quei lavori di costrizione, non alieni...
    Riguardo anche i monumenti che formano una mappa stellare, Giacobbo aveva già fatto una puntata su questo. Si vedeva che unendo la parte alta dei monumenti, si riusciva a formare una mappa stellare...
    Parlando dei giganti, non so cosa dirti... realtà o finzione??
    ciao da cennis. :)
    waenraUser is Offline
    Advanced Member
    Advanced Member
    Posts:616


    --
    25 dic 2007 01:48

    Ciao Cennis
    due precisazioni: anche se il mio nik è uno dei nomi del faraone Akhenaten, sono donna.
    Secondo: in Egitto non sono mai esistiti schiavi...
    Vedremo cosa hanno da dirci questi due discussi personaggi, sicuramente niente di nuovo. Ma è sempre bello rivedere le immagini ed i monumenti di questa splendida terra.

    cennisUser is Offline
    Basic Member
    Basic Member
    Posts:116


    --
    25 dic 2007 03:31
    Scusa per il nik... sembravi un uomo con quel nik...
    sono d'accordo bisogna vedere cosa ci diranno i due personaggi...
    comunque gli schiavi ai tempi dell'antico egitto c'erano, non in forma evidente ma c'erano ....
    waenraUser is Offline
    Advanced Member
    Advanced Member
    Posts:616


    --
    25 dic 2007 04:21
    Non confondiamo i prigionieri di guerra con gli schiavi che vecchi film ci hanno propinato erroneamente.
    Comunque ti riporto quanto scrive sull'argomento Edda Bresciani, docente di egittologia e direttrice delle missioni archeologiche dell'ateneo di Pisa.

    "L'immagine di un Egitto antico dove gli schiavi venivano costretti a sopportare condizioni disumane per innalzare piramidi o altre opere monumentali alla gloria dei faraoni è fuordeviante. Tanto la costruzione di opere architettoniche, quanto la manutenzione delle strutture di canalizzazione, erano normali corvèe, solitamente svolte dalla popolazione egiziana nel periodo dell'inondazione, quando la vita nei campi era momentaneamente interrotta e il lavoro della collettività poteva così essere compiuto al servizio dello Stato. Eswstevano peraltro nell'antico Egitto persone tenute a servire una istituzione oun privato, avendo perso la condizione di uomini liberi; tali persone conservavano comunque il diritto a possedere beni e la possibilità di affrancarsi dallo stato di servitù e di guadagnare una posizione più elevata nella scala sociale.
    Coloro che rientravano in tale categoria per molti aspetti simile a quella dei "servi della gleba" erano i cosidetti "smdt" (o soggetti) e gli hmw (o servitori).
    Soltanto dall'epoca Tarda e particolarmente in epoca tolemaica troviamo la categoria dei servitori "bak" (prigionieri di guerra, per lo più, o ridotti in servitù per debiti) che possono essere considerati "schiavi" in senso stretto.
    SozzaniUser is Offline
    Veteran Member
    Veteran Member
    Posts:3181


    --
    25 dic 2007 05:01

    Bene, bene: il solito polpettone "giacobbesco" a fini mediatici in cui fatti reali e pura fantasia vengono mischiati senza ritegno. Ci sarà da divertirsi!

    Comunque, ribadisco che la "schiavitù" in Egitto non esisteva proprio.

    cennisUser is Offline
    Basic Member
    Basic Member
    Posts:116


    --
    25 dic 2007 05:17
    Ok, la schiavitù non esisteva...
    ma persone che non vivevano in condizioni umane che venivano sfruttati dai faraoni erano presenti...
    comunque la fantasia che ha Giacobbo è immensa... ho (forse) creduto a quello che diceva una sola volta...
    quando parlavano della piramide di Cheope, ma ho comunque dei dubbi...
    ciao da cennis. :)
    SozzaniUser is Offline
    Veteran Member
    Veteran Member
    Posts:3181


    --
    26 dic 2007 10:03

    Ho visto la trasmissione. In pratica, tutte cose di cui, nel sito, abbiamo già parlato in passato. Mi ha fatto sorridere Hawass quando ha affermato di entrare "per la prima volta" nella piramide, dove tutto era pulito e in ordine, c'erano già luci e cameramen, ecc. ecc.! Poi, verso la fine della trasmissione, Giacobbo continuava a chiamare "geroglifici" dei bassorilievi con uomini, animali, ecc. e, in più, ha detto che Ramses II è stato sepolto nel Serapeum: roba da pazzi!

    waenraUser is Offline
    Advanced Member
    Advanced Member
    Posts:616


    --
    26 dic 2007 10:36
    Allora ho capito bene! Il nostro Giacobbo ha dimenticato alcune parole prima di Ramesse, cioè che lì è sepolto il figlio! E poi, invece di tori, ha detto buoi!
    Comunque, come se non bastasse il vecchio Pincherle, adesso ha assoldato pure il figlio. Per me l'esperimento nella piramide è assurdo. Per quanto il tizio dentro al sarcofago fosse rilassato, non credo che lo fosse come quando era disteso sul suo letto. Avrebbero dovuto fare l'esperimento con una persona addormentata...
    tutebanaUser is Offline
    New Member
    New Member
    Posts:7


    --
    26 dic 2007 11:10
    ma avete visto con quale arroganza e supponenza ha trattato il prof. Magli? Neanche fosse l'ultimo degli imbecilli.....Comunque ora vuole il copyright per le piramidi, la sfinge e tutto il resto........no comment.........
    ciao a tutti tutebana
    cennisUser is Offline
    Basic Member
    Basic Member
    Posts:116


    --
    26 dic 2007 11:55
    Ieri sera il prof. Z.H. non mi è piaciuto molto... anzi, è stato un po' arrogante come ha detto tutebana...
    Sono anche d'accordo con Waenra, riguardo all'esperimento...
    La puntata di ieri sera, a parer mio, è stata un vero fiasco... a proposito di fiasco... ieri Giacobbo deve essersene fatti un bel po' prima della trasmissione o no??
    mah... brutta trasmissione comunque... mi hanno deluso un po' tutti... :(
    ciao da cennis. :)
    tutmosiUser is Offline
    Basic Member
    Basic Member
    Posts:141


    --
    26 dic 2007 02:00

    Bisogna dire ch "voyager" è veramente ai confini della conoscenza,solo che non gli fanno mai passare il confine......

    cennisUser is Offline
    Basic Member
    Basic Member
    Posts:116


    --
    26 dic 2007 08:19
    Hai ragione tutmosi...
    quasi tutte le puntate di Voyager, mi fanno addormentare...la sego solo per sentire le sciocchezze che dice Giacobbo con il resto della ciurma...
    ma pazienza, rispetto moltissimo Giacobbo, ma quando sento quelle cavolate vorrei essere lì e dirgli che si sta bagliando i grosso, soprattutto quando parla dellEgitto...
    va bè non posso farci niente...
    ciao da cennis. :)
    waenraUser is Offline
    Advanced Member
    Advanced Member
    Posts:616


    --
    27 dic 2007 11:47
    Quando Giacobbo era dentro al Serapeum, per stabilire l'altezza dei sarcofagi ha detto che lui è alto due metri. Vivendo in mezzo ai pallavolisti, forse ho una percezione errata delle altezze medie, ma mi sembra che Giacobbo abbia barato pure sulla sua altezza! A meno che... per due metri non intendesse con il braccio alzato...
    tutmosiUser is Offline
    Basic Member
    Basic Member
    Posts:141


    --
    27 dic 2007 12:04

    Posso affermare che,avendo visto Giacobbo da vicino,non ha barato sull'altezza,è veramente alto 2 mt,anche se effettivamente in tv non sembra così imponente.

    MikelaUser is Offline
    Basic Member
    Basic Member
    Posts:406


    --
    28 dic 2007 09:47

    E' vero, è proprio uno spilungone... A me è capitato di incontrarlo al ritorno dall'Egitto, lo scorso aprile. Eravamo praticamente gli ultimi due in attesa dei nostri bagagli al nastro trasportatore e devo dire che in quell'occasione mi è rimasto quasi simpatico...Temevamo che i bagagli non arrivassero più e ogni tanto ci guardavamo sconsolati ...l'ansia per i nostri beneamati oggetti ha ridotto seppure per poco le distanze!

    Mikela

    Sit-AmunUser is Offline
    Veteran Member
    Veteran Member
    Posts:1002


    --
    29 dic 2007 09:44

    Io trovo Giacobbo molto simpatico, specie quando indossa la mantellina: lo trovo molto ottocentesco. E deve essere anche intelligente oltre che abile: in fin dei conti il suo è uno dei pochi programmi pseudoculturali posti in prima serata. Vi pare poco? Ha capito che alla gente piace il mistero (anche quando non c'è) e se poi il rigore storico è, come dire?, temporaneamente "ammorbidito" per creare la massima spannung, che sarà mai? Non pretendiamo troppo:meglio Giacobbo delle veline in prime time (almeno Giacobbo sa esprimersi in buon italiano!). E poi "Stargate" (con l'archeologo Manfredi) non è tanto meglio...

    saldiperiUser is Offline
    Veteran Member
    Veteran Member
    Posts:1764


    --
    31 dic 2007 03:41

    Scusami Anna ma il tuo post mi ha strappato un sorriso.

    Che sia abile è fuori di dubbio, ha capito da che parte tira il vento e si è messo a favore e non solo per il mistero (anche quando non c'è) ma per come sia riuscito ad accattivarsi quel simpaticone di ZH....altrimenti i permessi chi glieli avrebbe dati?

    Ma aldilà dei gusti che lo rendono attraente agli occhi femminili (ottocentesco...) e volendo sottolineare il carattere "pseudoculturale" della sua trasmissione, a noi che resta? Solo questo per parlarci dell'Egitto e delle sue meraviglie?

    Ahimè...Non abbiamo di meglio e dobbiamo accontentarci (correggendolo, ogni tanto) questa è la verità.

    E poi... Manfredi....archeologo? Vedi definizione

    Voglio scagliare un'altra pietra: fra loro e le veline preferisco queste ultime, almeno quello che vedi è quello che sono....

    Un caro augurio

    Saluti

    Salvatore

    Sit-AmunUser is Offline
    Veteran Member
    Veteran Member
    Posts:1002


    --
    31 dic 2007 05:21

    Caro Salvo,
    posto che quello che vedi nelle veline non è sempre quello che sono (ah, la chirurgia e/o la magica telecamera toglidifetti...), preferisco senza dubbio Giacobbo, che almeno si esprime in Italiano ed è, almeno, più acculturato (sì, lo so che il contenuto delle graziose testoline delle veline - peraltro assai dubbio -è per voi maschietti poco importante...). Manfredi "archeologo"? Avevo sentito dire che è docente di archeologia in una Università, credo a Milano.
    Un augurio

    antonio_crastoUser is Offline
    Veteran Member
    Veteran Member
    Posts:1038


    --
    05 gen 2008 11:35

    Non ho visto la trasmissione di Giacobbo del 26 Dicembre. Un amico mi ha passato queste annotazioni:

     

    1.      Giza: il prof. Magli ha esposto la sua idea relativa alla possibilità che le due grandi piramidi di Cheope e Chefren siano due elementi di un unico progetto, volto a edificare due “montagne”, che avrebbero costituito l’orizzonte del Sole a uno dei Solstizi, per chi guardava l’astro tramontare dal tempio della Sfinge. In tal senso Cheope potrebbe aver progettato le due piramidi e avrebbe scelto per se quella più settentrionale, così da oscurare l’altra per chi guardava da Eliopolis.

     

    2.      Strade processionali delle due grandi piramidi di Giza: Bauval ha confermato che l’orientamento delle due strade corrisponde al sorgere del Sole nei giorni intermedi fra Solstizi ed Equinozi e avrebbe avanzato l’ipotesi che la strada processionale di Chefren corrisponda all’orientamento del sorgere del Sole nel giorno del suo giubileo, la sua festa sed, festa che gli egizi avrebbero celebrato il 22 Ottobre (vedasi il tempio di Ramesse II ad Abu Simbel).

     

    3.      Cane Maggiore: costellazione dedicata a Iside con Sirio stella di Horus.

     

    4.      Orsa Maggiore: un canale stellare mirerebbe ad una stella del Gran Carro / Orsa Maggiore.

     

    5.      Mastaba di Ptahhotep: i mandriani più alti dei buoi rappresenterebbero forse dei giganti.

     

    6.      Serapeum: era forse il luogo delle sepolture dei giganti egizi.

     

    7.      Serapeum: vi è stato sepolto Ramesse II.

     

    8.      Tomba di Senenmut: la quarta stella nel quadrato delle “ellissi” rappresenterebbe secondo Giacobbo la Sfinge.

     

     

    Per quanto riguarda il primo punto, l’idea mi sembra concettualmente errata e poco sostenibile. Hawass l’ha liquidata dicendo che dopo decenni di ricerche sulla piana non si è trovata alcuna prova in tal senso.

    In merito al secondo punto non mi sembra che il 22 ottobre sia o sia stato ai tempi di Chefren il giorno intermedio fra Solstizi e Equinozi. Non è inoltre certo che questa data corrisponda ad uno dei giubilei di Ramesse II.

    Le due ipotesi sono tra l’altro priva di validità storica, scientifica e simbolica. L’akhet era il sorgere del Sole e non il tramonto; il Sole tramonta fra le due “montagne” agli Equinozi e non ad uno dei Solstizi e infine i templi funerari di Giza non celebravano i giubilei reali.

     

    Per quanto riguarda Sirio il presentatore si deve essere confuso e invece di dire che Horus era figlio di Iside, ha dedicato a Horus la stella Sirio.

     

    In merito al canale settentrionale della Camera del Re, gli Egittologi sembrano d’accordo sul fatto che dovrebbe traguardare simbolicamente Thuban, alfa Draconis, la stella polare del momento. Ancora una volta ci si confonde con le rappresentazioni celesti. Tutte le stelle sono immaginate su una sfera, per cui non è lecito proseguire la linea di puntamento da Thuban fino all’Orsa Maggiore.

     

    La considerazione sui giganti nasce dalla scarsa conoscenza dello stile artistico degli egizi. Le dimensioni non sono sempre reali, ma così come i personaggi importanti sono rappresentati molto più grandi degli altri (re, titolari delle tombe, ecc.), anche il mandriano ha dimensioni più grandi dei buoi.

     

    L’idea che nel Serapeum possano essere stati seppelliti degli uomini giganti è, a mio parere, una sciocchezza, così come quella che nella Bibbia si parli di giganti. I biblisti hanno interpretato male un termine che dovrebbe avere un altro significato. I sarcofagi giganti erano destinati ai sacri tori Api, notoriamente più grandi degli uomini.

     

    In merito alla sepoltura di Ramesse II, si può ritenere che si sia trattato di una svista e di aver saltato le parole “il figlio di”. L’errore è però ugualmente grave.

     

    L’accostamento della Sfinge alla quarta stella disegnata nel famoso quadrato del cielo della tomba di Senenmut è un’idea, a mio parere, errata. Non mi sembra che la Sfinge abbia mai avuto una valenza stellare.

     

    Ritengo che la trasmissione fosse registrata, per cui eventuali sviste come quella su Ramesse II potevano essere corrette in sede di revisione della registrazione.

    Per quanto riguarda il mancato intervento di Hawass sulle molte argomentazioni per lo meno discutibili, non mi sembra che fosse prevista una discussione sui singoli documenti presentati.

    Ammesso che questi siano stati mostrati ai tre egittologi e che Hawass abbia potuto disporre di una corretta traduzione simultanea, loro non avrebbero potuto correggere il presentatore se non coinvolti in una discussione.

    Ritengo che comunque Hawass non abbia alcun interesse a contraddire Giacobbo. Sarebbe come spennare la gallina dalle uova d’oro.

    You are not authorized to post a reply.


    AIUTACI ANCHE TU!
    Il mantenimento di questo sito è possibile solo grazie al generoso contributo dei visitatori,
    se ritieni il nostro lavoro utile e interessante aiutaci con una donazione oppure associati.
    Aiutaci anche tu!