mercoledì 17 dicembre 2014 Registrazione
StandardLiveID
Iscriviti gratis alla Newsletter sull'antico Egitto CLICCA QUI
Identificazione di Smenkhkara: punto della situazione
Last Post 14 gen 2013 11.34 by Taharqa II. 2 Replies.
Printer Friendly
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Sort:
PrevPrev NextNext
You are not authorized to post a reply.
Author Messages
Taharqa IIUser is Offline
New Member
New Member
Posts:3


--
13 gen 2013 12.15
    Salve a tutti, sono un appassionato di egittologia e mi intriga da alcuni anni la figura misteriosa di Smenkh-ka-Ra.
    Ho letto che sarebbe stato il coreggente di Akhenaton/Amenhotep IV, nonchè suo genero, avrebbe preso il nome solare di Ankh-khepru-Ra e regnato un paio di anni a Tebe con sua moglie, la regina Meritaton, primogenita di Akhenaton.
    Per anni si è ritenuto che i poveri resti rinvenuti nella tomba KV 55 con un corredo funebre di fortuna siano stati i suoi.
    Di recente, questa tesi sarebbe venuta meno, a favore di quella che tende ad associare quelle ossa ad Akhenaton.
    Non mi pare esistano ritratti ufficiali identificabili con certezza con Smenkhkara.

    In rete (e su alcuni testi di egittologia anche seri) ho letto di tutto su questo personaggio e vi riassumo la casistica:

    - un fratello o fratellastro di Akhenaton, comparso ad Amarna per affiancare il re, essendo Tutankhamon, il legittimo erede al trono, allora troppo piccolo;
    - un principe ittita (nato Zannanza) fatto venire in Egitto per un matrimonio con una non meglio identificata "regina rimasta vedova" nel periodo di Amarna (Nefertiti ? Ankhesenamon ? Kiya ? Meritaton ?), morto poi prematuramente in circostanze sospette;
    - la regina Nefertiti stessa, entrata in conflitto col marito, assume su di sè la corona e cambia nome di nascita assumendo il nome solare Ankhet-khepru-Ra, poi al maschile Ankh-khepru-Ra, come fece in precedenza la regina Hatshepsut Ka-maat-Ra. Resta da spiegare come fece -sia pure simbolicamente- a risposarsi con la propria figlia...
    - la regina Meritaton, figura ancora poco nota, il cui ruolo in quel periodo turbolento è stato forse sottovalutato: lei avrebbe cambiato nome e assunto il doppio titolo reale (femminile e maschile) col titolo di Signore delle due Terre Smenkh-ka-Ra Djeser-Khepru (e Djeser-Khepru-Ra è un nome solare, poi riutilizzato dal faraone Horemheb, che de facto chiude la XVIII dinastia), oltre all'ulteriore titolo -entro cartiglio reale- di Nefer-nefru-Aton Amata da Wa-en-Ra (e Wa-en-Ra, che sostituiva il titolo Sept-en-Ra, era uno dei titoli di Akhenaton).
    E risulta che il faraone suo padre l'avrebbe sposata - lui sì che lo fece !

    La domanda è: allo stato attuale, ci sono prove oggettive dell'esistenza di una persona fisica con una identità propria che portava il nome di nascita 'Smenkhkara' ?
    O si tratta - come sopra accennato - di un qualche personaggio della famiglia di Akhenaton  che avrebbe adottato tale nome 'acquisito' per opportunità politica (in quanto non presentava il nome del dio Aton) o addirittura di un titolo reale ?

    Grazie per l'attenzione (e per i vostri eventuali contributi volti a far luce sull'arcano)
    Taharqa II

    Salvatore Di PeriUser is Offline
    Veteran Member
    Veteran Member
    Posts:1764


    --
    14 gen 2013 08.55
    Dal Dizionario di Cimmino: "Nella tomba di Merira (II) ad Aketh-Aton c'è una scena emblematica, unica nel suo genere, che mostra una coppia reale: il re dell'Alto e Basso Egitto Ankhkheperura, figlio di Ra Smenkhara Djeserkheperu e la Grande Sposa Reale MeritAton...." Sempre nella stessa pagina l'autore esclude che si possa trattare di Zannanzash l'Hittita.
    In quanto all'identificazione con MeritAton o con Nefertiti, Cimmino dice che varie ipotesi le vogliono identificate con Ankheperura Neferneferuaton e non con Smenkhara.
    Dopo Akhenaton, Ankheperura poi Smenkhara e poi Tutankhamon. Naturalmente niente di preciso e inconfutabile dato il periodo in se e l'egittologia in generale.

    Saluti
    Salvatore
    Taharqa IIUser is Offline
    New Member
    New Member
    Posts:3


    --
    14 gen 2013 11.34
    Grazie, Salvatore ! Dunque secondo Cimmino, Ankh-khepru-Ra e Smenkh-ka-Ra sarebbero due distinte persone...
    Ho visionato diversi oggetti con immagini attribuite a Smenkh-ka-Ra, comunque non sono mai stato al museo del Cairo nè a quello archeologico di Berlino.
    Sapevo della tomba di un funzionario Meri-Ra (II, per distinguerlo da altro omonimo) ed anche di una piastrella dipinta (priva di iscrizioni) raffigurante una giovane coppia reale su fondo giallo: lui ha un bastone da passeggio, lei una corona ovoidale azzurra e dei fiori in mano, entrambi hanno in fronte l'ureus regale; molti li interpretano come Smenkh-ka-Ra e Meritaton, ma potrebbe trattarsi benissimo di Akhenaton e Nefertiti nei primi anni di regno, senza figlie al seguito.
    Altro oggetto curioso, una piccola stele con le sagome abbozzate due sovrani, uno seduto con la corona azzurra kheperesh (quella preferita da Akhenaton) e l'altro in piedi accanto a lui con la doppia corona. Ci sono i cartigli (tre, tipicamente due per il re ed uno per la regina), ma sono vuoti.

    Credo poco alla tesi che Smenkh-ka-Ra fosse un fratello di Tutankhamon, figlio della concubina Kiya (il cui nome non compare mai in un cartiglio reale), specie se davvero morì tra i 20-22 anni, peraltro soltanto pochissimi anni dopo la morte di sua madre, morta altrettanto giovane.

    Ammetto di non aver fatto ricerche approfondite, ma vorrei verificare se esiste qualche documento dove figurano contemporaneamente i cartigli di Akhenaton e Smenkh-ka-Ra; in parole semplici, il mio dubbio è che 'Smenkh-ka-Ra' sia stato un nome assunto 'diplomaticamente' da qualcuno verso la fine del regno di Akhenaton per avviare una trattativa di riconciliazione con la classe dirigente e sacerdotale tebana: potrebbe essersi trattato di Akhenaton stesso.
    Alcune considerazioni:
    - mi pare che non ci siano raffigurazioni di un principino di nome Smenkh-ka-Ra (nè di uno di nome Tut-ankh-Aton) nei palazzi di Amarna.
    - la comparsa di questo personaggio (o sarebbe più corretto dire "nome" ?) coincide con l'uscita di scena della regina Nefertiti e della concubina Kiya, in un periodo drammatico per la stabilità della corona e per la sopravvivenza della famiglia reale stessa.
    - se divenne faraone, sia pure effimero, dovette pianificare la costruzione della sua tomba: faraoni che come lui regnarono meno di cinque anni si fecero comunque costruire tombe piccole, ma dignitose nella Valle dei Re, come Ay e Ramses I; forse era programmata proprio la KV 55, di cui si abbandonarono i lavori a causa di dissesti (poi riutilizzata da Tutankhamon per la sepoltura di un paio di suoi familiari) ?

    Come detto, c'è un collage di nomi regali solari e di titoli nei vari cartigli che crea non poca confusione sulla figura di 'Smenkh-ka-Ra'
    Il cartiglio completo pare presenti un'anomalia: sembra mancare un secondo geroglifico col disco solare (r'): in tal caso, si leggerebbe "Smenkh-ka-Ra Djeser-Khepru-Ra" che sembrano una coppia di titoli solari in un unico cartiglio (come per quello di Ramses II "'User-maat-Ra Sept-en-Ra")
    Come detto, lo stesso titolo "Djeser-Khepru-Ra" viene riciclato da Horemheb, successore di Tutankhamon e restauratore dell'assetto politico-religioso a Tebe: un altro suo titolo infatti è "Meri-Amon" (= Amato da Amon, con evidenti implicazioni politiche).
    L'altro cartiglio che, a detta di alcuni studiosi (non tutti), sarebbe associato a 'Smenkh-ka-Ra' è Ankh-Khepru-Ra, ma si tratta di altro nome regale solare (che ha pure una variante al femminile !)
    Altri titoli (in origine associati a Nefertiti) sono Nefer-nefru-Aton (dove però compare il dio di Amarna !) e Meri-Wa-en-Ra.
    A pensarci bene, troppi titoli per una sola persona.
    Probabilmente Smenkh-ka-Ra era effettivamente un uomo della famiglia reale, mentre Ankh-Khepru-Ra ( Ankherkeres nelle liste di storici greci), viene definita una donna, che avrebbe chiuso la XVIII dinastia tebana.



    You are not authorized to post a reply.


    AIUTACI ANCHE TU!
    Il mantenimento di questo sito è possibile solo grazie al generoso contributo dei visitatori,
    se ritieni il nostro lavoro utile e interessante aiutaci con una donazione oppure associati.
    Aiutaci anche tu!